Jaguar Land Rover è pronta per dare il suo contributo alla mobilità del futuro. Infatti a settembre ha presentato al Tech Fest di Londra il concept “Futur-Type”, la sua idea di mobilità proiettata al 2040. Il pezzo forte del progetto si chiama Sayer, il primo volante con intelligenza artificiale. Si tratta di un volante che, esaurito il suo ruolo all’interno dell’auto, potrà essere estratto e portato con sé a casa.

Sayer sempre con te

Nel progetto ideato da Jaguar compare una sostanziale novità. Rispetto infatti ad altri concept di veicoli autonomi, non ci saranno più proprietari unici di auto. Infatti le vetture verranno condivise e utilizzate da più persone, le quali però avranno un volante personale: Sayer. Esso sarà connesso con la rete di veicoli autonomi e potrà all’occorrenza richiamarle per utilizzarle. La parola d’ordine è infatti: on-demand. Una serie di veicoli connessi e pronti a mettersi a disposizione secondo le esigenze.

Molto più di un volante

Sayer non servirà semplicemente come volante, bensì sarà un dispositivo ad intelligenza artificiale completo. Potrà fungere da agenda, segnando gli appuntamenti e ricordandoli al possessore. Inoltre potrà organizzare il trasferimento sul luogo dell’evento prenotando e facendo arrivare un’auto. Sarà in grado di funzionare come sveglia mattutina calcolando il tempo necessario per prepararsi e arrivare a lavoro in tempo, anche in relazione al traffico.

In relazione al percorso scelto, saprà dire in quale parte sarebbe più divertente per il conducente poter guidare e lasciargli il comando della vettura. Il tutto tramite un sistema di riconoscimento vocale tramite il quale si potrà comunicare con Sayer. Saranno inclusi anche servizi non prettamente legati alla mobilità. Ad esempio Sayer potrà prenotare un tavolo, scegliere una canzone oppure sapere cosa è necessario comprare.

Jaguar Future-Type

Il progetto, molto più ampio del solo volante Sayer, riguarda molti aspetti della mobilità. I progettisti hanno voluto immaginare l’evoluzione di un brand di lusso e la sua interazione con la tecnologia. Nonostante la direzione futura sarà senz’altro quella della guida autonoma, Jaguar vuole preservare il piacere di guida e offre la possibilità di prendere il comando della vettura. Inoltre è prevista una gamma di veicoli di diverse grandezze e numero di posti per ogni esigenza. Jaguar immagina strade in cui fanno da padrone auto elettriche, connesse tra loro e completamente autonome.

LASCIA UN COMMENTO